SENEC.Blog La tua vita. La tua energia. Il tuo blog.

Il 1 gennaio 2022 è ufficialmente entrata in vigore, con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, la Legge di Bilancio 2022, con la quale sono stati prorogati molti bonus per interventi ed, tra cui il Superbonus 110%. Anche il sistema fotovoltaico con accumulo, in qualità di intervento trainato, continuerà a beneficiare del Superbonus. Cosa è cambiato rispetto allo scorso anno? In questo articolo abbiamo sintetizzato tutte le novità su fotovoltaico con accumulo e Superbonus.

Innanzitutto, la nuova Legge di Bilancio conferma il Superbonus 110 anche per il fotovoltaico con accumulo e contestualmente stabilisce anche la possibilità di avvalersi dello sconto in fattura e della cessione del credito.

Proroga Superbonus 110: quali modifiche scattano dal 2022

Il Superbonus 110% è stato prorogato con scadenze differenziate a seconda del soggetto beneficiario. Le nuove scadenze sono:

  • 31 dicembre 2022 per gli interventi effettuati da persone fisiche sugli edifici unifamiliari, a condizione che al 30 giugno 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 30% dell'intervento complessivo;
  • 31 dicembre 2023 per gli interventi effettuati dagli Iacp (ed enti con le stesse finalità sociali) a condizione che al 30 giugno 2023 siano stati eseguiti lavori per almeno il 60% dell'intervento complessivo;
  • 31 dicembre 2025, con aliquota però decrescente, per condomini, persone fisiche proprietarie o comproprietarie di edifici plurifamiliari da 2 a 4 unità immobiliari autonomamente accatastate (anche l’equiparazione di questi due beneficiari è stata una delle novità della legge). In particolare: fino al 2023 bonus al 110%; per il 2024 al 70%; per il 2025 al 65%.

Superbonus 110: novità e conferme

Riepiloghiamo tutte le novità e le conferme contenute nella nuova Legge di Bilancio, sintetizzate per punti:

  • Allineamento temporale tra interventi trainati e trainanti
    All’interno della prima versione del disegno di legge di Bilancio 2022 era presente un disallineamento tra le scadenze riguardanti interventi trainanti e trainati, con difficoltà a livello di coordinamento normativo. La versione definitiva della Legge ha conformato il periodo di validità dell’agevolazione per gli interventi trainati effettuati dalle persone fisiche sulle singole unità immobiliari all'interno dello stesso condominio o dello stesso edificio (installazione di impianti fotovoltaici, sistemi di accumulo e wallbox compresi) a quello degli interventi trainanti. Gli interventi trainati vanno effettuati in un arco temporale tra l'inizio e la conclusione dei lavori trainanti.
  • Credito d’imposta per accumulo per impianti esistenti
    Sono stati stanziati 3 milioni di euro per finanziare il credito d’imposta per l’installazione di sistemi di accumulo su impianti fotovoltaici esistenti e beneficiari degli incentivi per lo scambio sul posto. Ciò significa che sono stati accantonati i fondi per garantire le detrazioni 50%.
  • Proroga detrazioni al 50% e al 65%
    Sono state prorogate anche le detrazioni al 50% e al 65% relativi agli altri bonus edilizi (p.e. eco-bonus, bonus casa) fino al 2024. Ciò significa che anche chi vuole realizzare un impianto fotovoltaico con accumulo, senza effettuare altri lavori, ha la possibilità di sfruttare la detrazione del 50% e quindi dimezzare l'investimento.

  •  Sconto in fattura e cessione del credito
    Prorogate le modalità di sconto in fattura e cessione del credito, fino al 2025 per il Superbonus, e fino a fine 2024 per tutte le altre detrazioni.
  • Visto di conformità
    Una novità è l’introduzione dell’obbligo del visto di conformità anche nelle opzioni dello sconto in fattura e della cessione del credito per le opere inerenti al Superbonus e a tutti gli altri bonus per la riqualificazione energetica e lavori edilizi. Il visto non sarà obbligatorio solo per gli interventi di edilizia libera e per quelli di importo complessivo entro i 10.000 euro. Di contro, per investimenti oltre i 10mila euro viene sempre richiesto il visto di conformità. 

    Sei un installatore e hai bisogno di un supporto sul Superbonus? Scarica la nuova guida.
    scarica la guida
  • Riduzione del numero di quote annuali
    Per gli interventi già realizzati nel 2021 la detrazione viene corrisposta in 5 anni, mentre per tutti i lavori realizzati nel 2022, gli anni di rientro diventano 4 (in 4 quote annuali di pari importo), fatta salva l’ipotesi di cedere il credito alle imprese o a intermediari finanziari.
  • Massimali di spesa
    Riguardo l’installazione di impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo, restano confermati i massimali di spesa. Il tetto massimo è di 48.000 euro per il fotovoltaico e di altrettanti per l'accumulo nei limiti di:
    a) 2.400 euro per ogni kW di potenza nominale dell’impianto;
    b) 1. 000 euro per ogni kWh di capacità del sistema di accumulo.
  • Wallbox: nuovi massimali
    Novità anche per le colonnine di ricarica auto elettriche, ammesse al Superbonus (ad esclusione degli interventi in corso d’opera) con i seguenti nuovi limiti di spesa:
    - 2.000 euro per colonnina per immobili unifamiliari o unità indipendenti;
    - 1.500 euro per colonnina per condomini ed edifici plurifamiliari che installano fino a 8 wallbox
    - 1.200 euro per colonnina per condomini ed edifici plurifamiliari che installano da 9 wallbox in su.
  • Superbonus rafforzato
    Viene introdotto il Superbonus "rafforzato" come misura incentivante maggiorata per restauro e risanamento a favore delle zone geografiche colpite da terremoto dal 2008 in avanti dove sia stato dichiarato lo stato di emergenze. I benefici sono in vigore fino al 31 dicembre 2025 con la clausola che li rende alternativi e non cumulabili al contributo per la ricostruzione.

Tutte le formule incentivanti sono orientate a sostenere una trasformazione del patrimonio edilizio italiano nella direzione del risparmio energetico e dell'utilizzo delle energie rinnovabili. Queste novità, unitamente alla crisi energetica, non possono che farci riflettere su quanto oggi sia opportuno investire sulla sostenibilità. Approfittare delle agevolazioni ancora fruibili per installare un impianto di accumulo fotovoltaico e puntare quindi sull’autoproduzione, contribuendo alla realizzazione di un futuro più sostenibile, è sicuramente una scelta giusta sotto più aspetti: economici, ambientali, sociali. Qui trovi una guida completa alle detrazioni fiscali.

Iniziare il cammino verso un futuro green è semplice, basta fare il primo passo, clicca qui sotto e scopri il sistema di accumulo fotovoltaico più adatto alla tua casa.Scopri il prezzo del sistema di accumulo


SCRITTO DA

Valentina De Carlo

Valentina De Carlo

Laureata in Relazioni Pubbliche e in Scienze e Tecniche Psicologiche, ha lavorato per oltre 15 anni nell’ambito marketing e comunicazione sia in azienda che in agenzia. La passione per le energie rinnovabili e la sensibilità per le tematiche di sostenibilità l’hanno portata a rivestire, dal 2007 a 2011, il ruolo di Responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne per Conergy Italia Spa, tra le aziende leader nel fotovoltaico nell'era del Conto Energia. Dopo una parentesi da imprenditrice, con SENEC è tornata con entusiasmo nel settore dell'energia solare.

topic-icon
FILTRA LA TUA RICERCA