SENEC.Blog La tua vita. La tua energia. Il tuo blog.

Pannello fotovoltaico: come funziona e quale convenienza genera? Negli ultimi anni, l’energia rinnovabile, e in particolare l'energia prodotta da pannelli fotovoltaici, ha assunto sempre più importanza nel mix energetico e, nel prossimo decennio, è destinata ad assumere un ruolo da protagonista nell'approvvigionamento energetico. Per l’energia solare, in particolar modo, si prevede un futuro luminoso. Vale la pena quindi soffermarsi su un sistema che ci permette di produrre energia elettrica pulita: l’impianto fotovoltaico. Vediamo ora come funziona e quale convenienza assicura.

Un impianto fotovoltaico è un sistema che sfrutta l’energia solare per generare energia elettrica. I suoi principali componenti sono i pannelli (o moduli) fotovoltaici e l’inverter.

Pannello fotovoltaico: come funziona

Il pannello fotovoltaico è la tecnologia produttrice dell’impianto. È formato da un numero variabile di celle fotovoltaiche, composte principalmente da silicio, il materiale responsabile della conversione dell'energia dei fotoni di luce in energia elettrica. Il numero di i pannelli utilizzati dipende dalla potenza totale che si vuole installare e, naturalmente, dallo spazio disponibile. Vengono installati su tetti inclinati o piani, su pensiline o su terreni, rivolti possibilmente verso sud e inclinati tra i 10° e i 35°.

Il pannello fotovoltaico trasforma la luce solare in corrente elettrica continua, dopodiché entra in gioco l’inverter. Questo è un dispositivo elettronico che converte la corrente continua generata dai pannelli in corrente alternata, che può essere utilizzata per alimentare le utenze domestiche (elettrodomestici, illuminazione, eccetera).

Sull'inverter c'è una precisazione da fare: in quelli di ultima generazione la funzionalità va oltre la trasformazione della corrente da continua ad alternata, leggi l'approfondimento a questo link.

Buoni motivi per installare i pannelli

Installare pannelli fotovoltaici ha notevoli benefici:

  • Vantaggi ambientali
    L’energia prodotta con il fotovoltaico è pulita e rinnovabile (costantemente reperibile): non inquina né causa danni all’ambiente e, non emettendo CO2, contribuisce alla diminuzione del surriscaldamento globale del pianeta.  
  • Risparmio economico
    Consentendo di produrre autonomamente energia, porta alla riduzione della bolletta elettrica.
  • Aumento del valore immobiliare
    Un impianto fotovoltaico aumenta il valore dell'abitazione, dal momento che aumenta l'indipendenza energetica dell'edificio. Abbinando al fotovoltaico sistemi come la pompa di calore, inoltre, è possibile incrementare l'efficienza energetica della casa e, di conseguenza, ulteriormente il suo valore.
  • Guadagno dall’energia immessa in rete
    Attraverso il meccanismo dello scambio sul posto, che remunera l'energia prodotta con il fotovoltaico ed immessa in rete, si ottiene un guadagno aggiuntivo legato all'impianto fotovoltaico.

Quando non è conveniente

In realtà, negli ultimi anni, grazie all’evolversi della tecnologia, installare il fotovoltaico è quasi sempre una scelta conveniente. Oggi, ad esempio, ci sono soluzioni che permettono la produzione di elettricità anche se l'esposizione al sole o l'inclinazione del pannello non è ottimale.

Ad oggi un impianto fotovoltaico può definirsi poco vantaggioso solo in casi particolari:

  • Se viene installato per essere utilizzato poco (ad esempio in seconde case) e quindi prolunga eccessivamente i tempi di ritorno sull'investimento.
  • Se viene installato in aree geografiche con scarso irraggiamento solare, circostanza che non riguarda certo l’Italia.

Convenienza del fotovoltaico

Per quanto riguarda invece la convenienza dei pannelli solari, è importante che tu sappia una cosa fondamentale: la convenienza non è data solo dal rapporto tra quanto producono o quanto spendi per installarli.

La convenienza oggigiorno dipende prima di tutto dall’autoconsumo: cioè da quanto sei in grado di sfruttare l'energia gratuita prodotta dai pannelli.

 

L’importanza dell’autoconsumo

L’autoconsumo è l’elemento più importante per garantirti il rientro economico della spesa sostenuta: installare i pannelli fotovoltaici conviene se poi l'energia elettrica prodotta viene sfruttata pienamente. 

Quando i pannelli producono energia, infatti, questa può:

  1. essere consumata subito
  2. essere immagazzinata per poi venire consumata in differita (ad esempio di sera o di notte), in questo caso serve una batteria d'accumulo
  3. essere immessa nella rete elettrica pubblica e retribuita con il meccanismo dello scambio sul posto

Solamente nei primi due casi si verifica l’autoconsumo: nel primo si avrà un autoconsumo istantaneo, nel secondo un autoconsumo differito.

È chiaro che non sempre si potrà consumare immediatamente l’energia: nella maggior parte dei casi infatti la produzione dell'impianto fotovoltaico, che avviene di giorno, non coincide con i maggiori consumi della casa, che si verificano principalmente alla sera.  Risulta perciò fondamentale dotare il proprio impianto fotovoltaico di un sistema di accumulo in grado di massimizzare l’autoconsumo e quindi la convenienza del nostro impianto.

Se hai già un impianto fotovoltaico o desideri installarne uno e renderlo davvero conveniente aumentando la quota di autoconsumo, scopri qual è la tecnologia più provando il nostro configuratore online.

Scopri il prezzo del sistema di accumulo


SCRITTO DA

Valentina De Carlo

Valentina De Carlo

Laureata in Relazioni Pubbliche, ha lavorato per oltre 15 anni nell’ambito marketing e comunicazione sia in azienda che in agenzia. La passione per le energie rinnovabili l’ha portata a rivestire il ruolo di Responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne per Conergy Italia Spa. Dopo una parentesi da imprenditrice, con SENEC è tornata con entusiasmo nel settore del fotovoltaico.


ARTICOLI CORRELATI

topic-icon
FILTRA LA TUA RICERCA