SENEC.Blog La tua vita. La tua energia. Il tuo blog.

L'utilizzo delle fonti di energia rinnovabili è fondamentale per raggiungere un obiettivo importante per il futuro dell’Italia e del mondo: la salvaguardia dell'ambiente. 

Per questo motivo, nel nostro Paese, il Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima accoglie quanto contenuto nelle indicazioni europee e nel Decreto Legge sul Clima, mirando a raggiungere una quota di energia rinnovabile pari al 30% entro il 2030. Tra le missioni previste dal Recovery Plan, inoltre, una è proprio la transazione ecologica.

Il primato tra le tecnologie rinnovabili spetta al fotovoltaico, che rappresenta senza alcun dubbio un investimento non solo sostenibile ma anche molto conveniente, soprattutto se abbinato ad un sistema di accumulo (qui un articolo per scoprire tutti i vantaggi di un fotovoltaico con accumulo: Sistemi di accumulo fotovoltaico perché sono il futuro).

L'energia solare è un trend in continua crescita, essendo un investimento vantaggioso sotto molteplici aspetti: quello ambientale, sociale ed economico

Indice:

Fotovoltaico, investimento ad elevata sostenibilità ambientale

Il valore sociale dell'energia rinnovabile

Investimento fotovoltaico, convenienza economica

 

 

Fotovoltaico, investimento ad elevata sostenibilità ambientale

Il fotovoltaico significa investire in energia pulita, in una tecnologia che abbatte le emissioni di sostanze nocive nell’atmosfera, contribuendo al miglioramento della salute nostra e del nostro pianeta. Una scelta assolutamente green, grazie alla quale ci guadagnano sia il portafoglio che il benessere nostro e del pianeta. Non dimenticare inoltre che i pannelli fotovoltaici e gli accumuli sono prodotti altamente riciclabili. Insomma, parliamo di una scelta con un impatto assolutamente positivo sull’ambiente.

I dati sulle scelte delle famiglie italiane (ma in genere in tutti i Paesi) confermano che il fotovoltaico è una tendenza che non conosce battute d'arresto. Nemmeno la pandemia è riuscita a frenare le rinnovabili, tutt'altro: il mercato del fotovoltaico è cresciuto nonostante il coronavirus!

In base a quanto dichiarato dal GSE

"In Italia, a fine 2020, risultano installati circa 936.000 impianti fotovoltaici, per una potenza complessiva di 21,65 GW e una produzione poco inferiore a 25 TWh. Nel corso dell’anno (dati ufficiali 2020) sono stati installati circa 55mila nuovi impianti con potenza media 13,5 kW, che hanno incrementato di quasi 750 MW la potenza cumulativa installata del Paese, confermando il trend dell’anno precedente nonostante la pandemia".

 

 

Il valore sociale dell'energia rinnovabile

Il fotovoltaico rappresenta un investimento che presuppone consapevolezza e responsabilità, che si ripercuote nella coscienza della collettività contribuendo alla sua sensibilizzazione. Una scelta che migliora la qualità della vita in generale, in termine di salute fisica di tutti e di un maggiore benessere abitativo. Scegliere di utilizzare un’energia pulita oggi è davvero necessario, quotidianamente ci arrivano conferme su quanto sia auspicabile modificare le nostre abitudini in direzioni diverse da quelle fino ad oggi seguite.

Con le detrazioni fiscali del Superbonus, poi, diventa una scelta davvero alla portata di ognuno di noi, anche di chi finora era interessato ma scoraggiato dal pensiero di dover sostenere una spesa troppo importante.

C'è poi da considerare anche una logica di comunità: essere sostenibili significa anche non sprecare e condividere, concetti che riguardano a pieno titolo anche l'ambito energetico. Leggere per credere:

Il fotovoltaico è talmente strategico che è un settore fortemente sostenuto dall'Unione Europea. Con il Green City Accord, l'UE ha infatti dato inizio a un movimento di di sindaci europei impegnati a rendere le città più pulite e più sane. L’obiettivo è quello di migliorare la qualità della vita di tutti i cittadini europei e accelerare l’attuazione delle relative leggi ambientali in tutta l'Unione Europea. Firmando l’Accordo, le istituzioni si impegnano ad affrontare cinque aree della gestione ambientale: aria, acqua, natura e biodiversità, economia circolare e rifiuti e rumore.

La prima area di riferimento, e una delle più importanti per la qualità della vita dei cittadini, è l'ARIA. Firmando il Green City Accord le città si impegnano a migliorare sostanzialmente la qualità dell’aria confrontandosi con le Linee Guida dell’OMS ed evitando il superamento degli standard di riferimento. Va da sé che, per tenere fede a questo impegno, devono essere promossi tutti quei cambiamenti che vanno nella direzione della produzione di energia da fonti rinnovabili.

Ad oggi sono 73 le città italiane che hanno firmato il Green City Accord.

 

Investimento fotovoltaico, convenienza economica

In questi anni stiamo assistendo a un progressivo aumento dei consumi energetici. Basti pensare agli elettrodomestici e ai dispositivi elettronici presenti sempre più numerosi nelle nostre case (tv in più stanze, asciugatrice, tablet e smartphone, fornelli a induzione e, con lo smartworking, computer e stampanti). Da questo consegue una domanda di elettricità sempre maggiore, alla quale corrisponde un inevitabile aumento del prezzo dell’energia.

Investire nel fotovoltaico significa prima di tutto diventare pro-sumer (produttore e consumatore di energia). Ciò consente di ridurre l'acquisto di elettricità dalla rete e di ricavare un contributo per quella immessa nella rete stessa (scambio sul posto o ritiro dedicato). 

Già così la convenienza è tangibile, ma se si vuole ottimizzare al massimo l’investimento è consigliabile abbinare all’impianto fotovoltaico un sistema di accumulo: in questo modo è possibile raggiungere una quota di energia auto-consumata dell’80% circa (contro il 30% del solo fotovoltaico), con un taglio nettissimo alla bolletta. Stiamo parlando di un investimento non banale dal punto di vista economico, ma i benefici nel tempo superano decisamente la spesa iniziale. Non si tratta poi solamente di abbattere le bollette elettriche: con un sistema d'accumulo opportunamente predisposto, infatti, sarà anche possibile, in un prossimo futuro, fornire servizi di stabilizzazione alla rete elettrica, ricevendo una relativa remunerazione.

Con i sistemi d'accumulo avanzati, inoltre, ci si può interfacciare con altre tecnologie, come la mobilità elettrica (qui l'approfondimento: stazione ricarica auto elettrica e accumulo binomio perfetto) e la domotica.

Inoltre, se già di per sé il fotovoltaico con accumulo costituisce un ottimo investimento, oggi, con il Superbonus 110%, che include negli interventi incentivabili anche questa tecnologia (nel rispetto di determinate condizioni), l’opportunità è davvero impareggiabile: puoi ripagarti l’impianto in pochissimo tempo o addirittura non spendere nemmeno un euro.

Ecco alcuni approfondimenti relativi al Superbonus:

Qualora non si riesca ad accedere al Superbonus, si potrà comunque usufruire delle detrazioni 50% per vedersi rimborsata la metà della spesa sostenuta o addirittura pagare solo la metà con lo sconto in fattura.

Installando un sistema fotovoltaico aumenterà anche il valore del tuo immobile se dovessi rivenderlo.

Per sapere come effettuare al meglio il tuo investimento e sfruttare al massimo i bonus previsti, scarica gratuitamente la guida che abbiamo realizzato. Clicca sotto per riceverla subito in formato pdf da leggere comodamente dal tuo smartphone, tablet o pc.

scarica la guida gratuita


SCRITTO DA

Valentina De Carlo

Valentina De Carlo

Laureata in Relazioni Pubbliche e in Scienze e Tecniche Psicologiche, ha lavorato per oltre 15 anni nell’ambito marketing e comunicazione sia in azienda che in agenzia. La passione per le energie rinnovabili e la sensibilità per le tematiche di sostenibilità l’hanno portata a rivestire, dal 2007 a 2011, il ruolo di Responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne per Conergy Italia Spa, tra le aziende leader nel fotovoltaico nell'era del Conto Energia. Dopo una parentesi da imprenditrice, con SENEC è tornata con entusiasmo nel settore dell'energia solare.

topic-icon
FILTRA LA TUA RICERCA