SENEC.Blog La tua vita. La tua energia. Il tuo blog.

Un inverter fotovoltaico di nuova generazione è molto più del sistema che trasforma la corrente continua prodotta dall'impianto fotovoltaico in corrente alternata in modo da poter essere utilizzata nella rete elettrica domestica. Negli ultimi anni la ricerca e lo sviluppo tecnologico hanno reso l’inverter un componente sempre più intelligente dell’impianto: ecco perché è importante conoscerlo e approfondirne il funzionamento. Vediamo da vicino il funzionamento dell’inverter fotovoltaico e tutto quello che è importante sapere.

Quando parliamo di funzionamento dell’inverter fotovoltaico stiamo parlando dell’elemento fondamentale di ogni impianto fotovoltaico, del cuore del sistema. Esternamente, l’inverter è poco più di una "scatola appesa al muro, posizionata solitamente in garage o nel sottotetto. Ma, al suo interno, vi sono diversi circuiti con diverse funzioni.

 

Funzionamento inverter fotovoltaico

Un inverter fotovoltaico svolge principalmente queste funzioni:

  • converte la corrente continua in corrente alternata (DC in AC). Quando i pannelli solari posti sul tetto dell’edificio catturano l’energia solare, generano corrente elettrica continua (Direct Current). La rete domestica però utilizza quella alternata (Alternating), per cui è necessario trasformarla ed è questa la funzione di base dell’inverter;
  • ottimizza il rendimento dell’impianto fotovoltaico.  Grazie al sistema MPPT (Maximum Power Point Tracker), l’inverter consente di ottenere, in ogni istante, la massima potenza prodotta dall'impianto. Più il sistema MPPT è rapido e preciso, più la produzione di energia sarà alta;
  • rileva e segnala, anche da remoto tramite web o app, eventuali anomalie che possono così essere risolte rapidamente;
  • protegge il sistema nel caso di blackout o sovratensioni , facendo in modo che il sistema non venga danneggiato.

Come scegliere un inverter fotovoltaico

L’inverter può essere di tanti tipi e con tante caratteristiche diverse, ma uno dei fattori fondamentali che vanno considerati nella sua scelta è la potenza. È molto importante scegliere la potenza di picco giusta, che deve essere adeguata alla potenza dell'impianto fotovoltaico e commisurata al consumo istantaneo massimo previsto. Per conoscere quest'ultimo, è necessario calcolare la potenza massima che si assorbe quando tutti gli elettrodomestici e gli apparecchi elettrici di casa sono accesi.

Un'altra considerazione riguarda la tipologia di sistema elettrico nel quale viene inserito: l’inverter può essere monofase (per usi civili) oppure trifase (per usi per lo più industriali).

Infine, vanno analizzate le funzioni cui assolve: l'inverter tradizionale ha solo le funzionalità di base, per andare oltre c'è l'inverter ibrido, del quale abbiamo parlato in modo approfondito qui.

 

Inverter e accumulo fotovoltaico

La scelta dell'inverter fotovoltaico è finalizzata a massimizzare la produzione di energia dell'impianto fotovoltaico. In quest'ottica, il suo naturale completamento è il sistema di accumulo.

Com'è noto, infatti, l’energia elettrica prodotta dai pannelli solari, se non viene impiagata istantaneamente, viene ceduta alla rete nazionale per poi essere ri-prelevata al momento del bisogno. Un sistema di accumulo evita questo passaggio, permettendo di accumulare l'energia prodotta in eccesso per poterla utilizzare quando serve. Ciò significa, in sostanza, aumentare l’autoconsumo, che è la condizione essenziale per rendere assolutamente conveniente un impianto fotovoltaico. 

Ad oggi, in commercio, esistono sia inverter fotovoltaici ibridi , che sono in grado di gestire in modo intelligente i flussi di energia tra impianto fotovoltaico, accumulo e rete domestica, sia i sistemi di accumulo ibridi, che integrano al loro interno sia le funzioni di inverter che di accumulo energetico.

Con i vantaggi legati al Decreto Rilancio, questo è il momento migliore per installare un impianto fovoltaico con accumulo: approfondisci qui il tema Superbonus 110 % fotovoltaico con accumulo batterie.

Scopri subito il sistema di accumulo adatto a te, scarica la guida e inizia ad avvalerti di energia pulita riducendo allo stesso tempo le spese in bolletta.

Scopri il prezzo del sistema di accumulo


SCRITTO DA

Valentina De Carlo

Valentina De Carlo

Laureata in Relazioni Pubbliche, ha lavorato per oltre 15 anni nell’ambito marketing e comunicazione sia in azienda che in agenzia. La passione per le energie rinnovabili l’ha portata a rivestire il ruolo di Responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne per Conergy Italia Spa. Dopo una parentesi da imprenditrice, con SENEC è tornata con entusiasmo nel settore del fotovoltaico.


ARTICOLI CORRELATI

topic-icon
FILTRA LA TUA RICERCA