SENEC.Blog La tua vita. La tua energia. Il tuo blog.

È assodato: le fonti energetiche attualmente più utilizzate nella nostra società, e cioè il carbone, il petrolio e il metano, sono limitate. Oltretutto, la scarsità delle fonti fossili non è nemmeno il loro unico svantaggio! Basti pensare all'inquinamento atmosferico di cui sono responsabili. Proprio per questo si sente sempre più la necessità di orientarsi verso fonti alternative di energia, rinnovabili, inesauribili e soprattutto meno dannose per l’ambiente.  

Negli ultimi anni le famiglie stanno investendo sempre più negli impianti che sfruttano le fonti alternative per produrre energia. Per fonte "alternativa" di energia si intende una fonte di energia diversa dai combustibili fossili.

La verità è che, purtroppo, non tutte le forme di energia rinnovabile si possono sfruttare efficacemente come alternativa alle fonti fossili nella quotidianità e con gli impianti domestici. Poter sfruttare le energie alternative sarebbe bellissimo, ma bisogna fare i conti con le tecnologie a disposizione e con i prezzi di mercato.

Vediamo quali sono le opportunità concrete che abbiamo a disposizione e scopriamo i vantaggi e gli svantaggi che comportano, realisticamente, le fonti rinnovabili.

 

Fonti alternative di energia tra pro e contro 

1. Energia da biomasse

Per “biomassa” si intende l’insieme dei materiali organici di origine vegetale o animale che possono essere utilizzati come combustibili. Si tratta di legno e derivati, dei residui provenienti dall'agricoltura e dalla pesca, nonché degli scarti biodegradabili dell'industria e dei rifiuti urbani, con i quali si produce biogas per energia elettrica e termica.

Fanno parte di questa categoria anche i “biocarburanti”, ossia quei carburanti ricavati da vegetali, quali soia, mais, canna da zucchero, dai quali si ottengono combustibili come il bioetanolo o il biodiesel.

Vantaggi

È una delle risorse rinnovabili più disponibile e proviene dal recupero e dal riuso di sostanze di scarto, che altrimenti sarebbero rifiuti accumulati e dispersi nell'ambiente. Il loro impiego può portare alla coltivazione o riforestazione di aree incolte.

Svantaggi

Produrre biomasse non è semplice, in quanto devono essere impiegate grandi quantità di risorse e alcune lavorazioni preliminari incidono su tempi e costi del processo.

Destinare le risorse vegetali e le coltivazioni alla produzione di questo tipo di fonti energetiche può significare privare di sostentamento alimentare una parte della popolazione mondiale, nonché far salire alle stelle i prezzi delle terre coltivabili. L'impiego massiccio del legno a questi scopi inoltre può portare alla deforestazione di vaste aree boschive, con conseguente impatto sull'ecosistema e la biodiversità.

Infine, talvolta la produzione e l'utilizzo di biomasse non è al 100% ecologicamente sostenibile e la loro combustione può portare alla liberazione di polveri sottili dannose per l'ambiente. Per questo gli impianti di riscaldamento a biomasse, come caminetti e stufe, spesso sono bloccati dalle normative antinquinamento di vari Comuni d'Italia.

 

2. Energia geotermica

Questa energia sfrutta il calore che proviene dal sottosuolo per produrre elettricità e alimentare impianti di riscaldamento.

Vantaggi

Si tratta di fonte inesauribile, sempre disponibile (sia di giorno che di notte), poco inquinante ed economica.

Svantaggi

Al momento l'energia geotermica è sfruttata per lo più da grandi centrali geotermiche. Ciò comporta un certo impatto estetico sul paesaggio nonché una certa sgradevolezza data dall'emissione di uno spiacevole odore sulfureo nell'aria. Inoltre, solo una piccola parte dell'energia geotermica disponibile attualmente può essere raggiunta ed utilizzata a costi sostenibili.

Gli impianti condominiali/domestici che sfruttano questa forma di energia sono poco diffusi perché ancora troppo costosi.

 

3. Energia eolica

Questo tipo di fonte alternativa si basa sullo sfruttamento dell'energia cinetica del vento per produrre energia meccanica che viene convertita in energia elettrica.

Vantaggi

È un’energia gratuita, inesauribile e non inquinante. Le tecnologia di conversione ed utilizzo dell'energia è relativamente semplice e gli impianti hanno lunga durata e si possono facilmente smantellare a fine vita.

Svantaggi

Le pale eoliche hanno un impatto visivo sul paesaggio, date le grandi dimensioni, e producono anche un certo impatto acustico, data la rumorosità. Il vento non è presente in tutte le aree geografiche ed è imprevedibile. Inoltre, l'investimento in un impianto eolico è giustificato in quelle zone in cui la velocità media del vento superi una certa soglia minima. Gli impianti mini-eolici sono poco diffusi perché non riescono a soddisfare il modo confortevole ed efficiente le esigenze domestiche.

 

4. Energia idroelettrica

L'energia idroelettrica si genera mediante la trasformazione dell’energia gravitazionale presente all’interno di una massa d’acqua ad alta quota in energia cinetica. Tale energia cinetica viene, a sua volta, trasformata in elettricità nelle centrali idroelettriche.

Vantaggi

L'acqua è un elemento naturale e la produzione idroelettrica non è inquinante. È una modalità piuttosto semplice, economica e flessibile per produrre energia.

Svantaggi

La produzione di energia idroelettrica è possibile solamente dove esistono fiumi o bacini idrici (naturali o artificiali) e dipende dalla stagionalità e dalle precipitazioni.  Si può sfruttare tramite grandi centrali idroelettriche e non con piccoli impianti domestici e ciò causa un grande impatto sull'ambiente circostante e la modifica dell’equilibrio idrogeologico, con danni soprattutto per la fauna acquatica.

 

5. Energia solare

Questo tipo di energia, che sfrutta come fonte il sole, occupa il primo posto tra le energie rinnovabili. L'energia solare può essere trasformata in energia termica o elettrica attraverso due tecnologie ampiamente diffuse nel settore domestico:

  • solare termico il calore del sole viene sfruttato per produrre energia termica grazie ai pannelli solari termici;
  • fotovoltaico: la luce del sole viene utilizzata per produrre energia elettrica attraverso i pannelli (o moduli) fotovoltaici.

Vantaggi

L’energia solare è inesauribile, disponibile per tutti e pulita al 100%: non comporta alcuna emissione di polveri sottili o di CO2

L'impiego a livello domestico non solo è facilmente realizzabile e molto diffuso, ma persino incentivato dallo Stato perché permette la generazione distribuita di energia ed il suo consumo in loco con conseguenti effetti benefici per l'ambiente. Inoltre, l'integrazione del fotovoltaico con la pompa di calore, in modo da utilizzare l'energia solare anche per il riscaldamento/raffrescamento, consente di ridurre ulteriormente le emissioni inquinanti in atmosfera.

Svantaggi

L’unico svantaggio dell'energia solare è che è discontinua: di notte manca. Ma è un problema facilmente risolvibile per chi ha (o vuole installare) il fotovoltaico.

Nel caso degli impianti fotovoltaici, infatti, questo punto debole può essere superato efficacemente grazie a una soluzione che permette di sfruttarne tutti i pro senza subirne i contro: le batterie per accumulo. Proprio le batterie rappresentano la modalità ideale per ovviare alla discontinuità dell’energia solare: consentono infatti di immagazzinare l’energia prodotta e di utilizzarla poi nei momenti in cui l’impianto non produce energia, come ad esempio alla sera o di notte.

Per saperne di più leggi anche questi utili approfondimenti:

Concludendo, data la scarsità e l’inquinamento prodotto dalle fonti di energia tradizionale, prendere in considerazione fonti di energia alternativa è la cosa giusta da fare.

Tra tutte quelle esaminate, l’energia solare resta la strada migliore da praticare, non soltanto per un effetto significativo in termini di abbattimento della bolletta elettrica, ma anche per eliminare ogni emissione nociva contribuendo alla lotta contro l’inquinamento ambientale.

Per poter contare sempre sull'elettricità autoprodotta, mattina e sera, non puoi fare a meno dell’accumulo. Grazie a quest’ultimo si riducono le spese per l’energia elettrica, ma i vantaggi che comporta non finiscono qui.

Entra anche tu nel futuro dell'energia: scopri i sistemi di accumulo nella Guida, clicca qui sotto per riceverla gratuitamente.Scarica la guida gratuita su come scegliere il miglior sistema di accumulo per il tuo impianto


SCRITTO DA

Valentina De Carlo

Valentina De Carlo

Laureata in Relazioni Pubbliche, ha lavorato per oltre 15 anni nell’ambito marketing e comunicazione sia in azienda che in agenzia. La passione per le energie rinnovabili l’ha portata a rivestire il ruolo di Responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne per Conergy Italia Spa. Dopo una parentesi da imprenditrice, con SENEC è tornata con entusiasmo nel settore del fotovoltaico. E' prossima alla seconda laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche, grazie alla quale ha potuto approfondire un'altra sua passione: la psicologia.

topic-icon
FILTRA LA TUA RICERCA