SENEC.Blog La tua vita. La tua energia. Il tuo blog.

Un impianto fotovoltaico con accumulo è la migliore risposta all’aumento continuo dei costi dell’elettricità e, non meno importante, al fenomeno dell'inquinamento atmosferico. Ti liberi definitivamente del problema del rincaro dei prezzi dell’energia, con un prelievo di elettricità dalla rete ridotto al minimo, fino anche a sfiorare lo zero, e contribuisci a limitare le emissioni di sostanze inquinanti perché sfrutti una fonte di energia pulita.

Tutto bello, dirai, ma quanto costa?

Scopri in questo articolo come calcolare il costo di un impianto fotovoltaico con accumulo.

Secondo il report di RethinkX, “entro il 2030 i sistemi elettrici costituiti al 100% da solare, eolico e batterie di accumulo potrebbero fornire energia più economica, fino a 3 volte più abbondante di quella disponibile oggi negli USA e nelle aree mondiali più popolate”. È quindi ancor più evidente l’opportunità di prevedere un impianto fotovoltaico con accumulo in grado di essere al passo con il futuro che sta arrivando.

Ciò che trattiene le famiglie dall'acquistare il fotovoltaico con accumulo, oltre alla naturale inerzia e resistenza al cambiamento, è principalmente il suo costo elevato. Esso tuttavia viene non solo ampiamente ripagato nel corso degli anni, ma i vantaggi economici persistono anche dopo aver raggiunto il punto di pareggio. Con le nuove agevolazioni fiscali, inoltre, puoi persino ottenere il tuo fotovoltaico con accumulo a costo zero e massimizzare i ritorni economici dell'investimento.

Ma da cosa dipende il costo degli impianti fotovoltaici con accumulo e come calcolarlo?

Calcolare il costo di un impianto fotovoltaico con accumulo

Ci sono moltissime variabili che incidono sul costo di un impianto fotovoltaico con accumulo. Al di là delle considerazioni che riguardano la dimensione dell'impianto e l'installazione vera e propria, in questo articolo ci concentreremo soprattutto sui componenti e sui fattori che possono determinarne la variabilità di prezzo.

  • Moduli fotovoltaici
    Il mercato dei moduli fotovoltaici è molto ricco e ci sono diverse tipologie di pannelli fotovoltaici sul mercato; tre delle innovazioni più recenti riguardano la conformazione a mezza-cella, la tecnologia PERC e la resistenza al PID.
    Le mezze-celle comportano diversi vantaggi: da minori perdite durante l'ombreggiamento, ma anche in condizioni normali grazie alla minore corrente che le attraversa, fino alla maggiore resistenza ai micro-crack (piccole rotture che inficiano le prestazioni dei moduli nel tempo). 
    PERC significa Passivated Emitter and Rear Cell e si tratta di un particolare tipo di struttura della cella capace di aumento dello spettro solare che viene "imprigionato", con un aumento dell’efficienza dell’1% rispetto ad una cella monocristallina tradizionale. Un'efficienza maggiore significa poter installare più potenza in spazi sempre più ridotti.
    Il PID (Potential Induced Degradation – degrado da potenziale indotto) è un fenomeno causato dalla differenza di tensione tra le celle e la cornice dei moduli e che causa perdite di potenza nel tempo. Moduli testati contro questo degrado assicurano prestazioni più elevate negli anni.Altri fattori che incidono sul prezzo di un modulo fotovoltaico sono le garanzie sul prodotto e sulle prestazioni e la resistenza alle più avverse condizioni atmosferiche e meteorologiche.
  • Inverter fotovoltaico
    L'inverter fotovoltaico è il cuore tecnologico dell'impianto, il dispositivo che "traduce" l'energia prodotta dai moduli fotovoltaici in energia utilizzabile in casa. Con quanta più efficienza riesce a svolgere questo compito, tanto migliore esso sarà. Un altro aspetto da valutare è senz'altro anche la sua durevolezza, e cioè tutti quegli accorgimenti produttivi che ne possono assicurare un funzionamento efficiente e la massima resistenza nel tempo.

    Dal momento che al giorno d'oggi la scelta più conveniente e sensata è quella di integrare anche un sistema di accumulo nell'impianto fotovoltaico, è opportuno valutare anche l'acquisto di un 
    sistema di accumulo ibrido. Questo dispositivo combina le funzioni di inverter fotovoltaico con quelle di accumulo energetico. Un sistema "tutto-in-uno" ha diversi vantaggi: da un costo complessivo inferiore rispetto a due dispositivi separati ad una maggiore efficienza globale, da un'unica garanzia alla gestione e monitoraggi con un'unica app (ove consentito) fino ad un impatto visivo notevolmente ridotto.
  • Sistema di accumulo
    Il sistema di accumulo abbinato all’impianto fotovoltaico è una voce importante di spesa.
    Abbiamo già affrontato in diversi altri articoli le caratteristiche che differenziano i prezzi dei sistemi di accumulo (vedi ad esempio questo post). 
    Una delle prime distinzioni da fare, che incide naturalmente sul prezzo, è tra batteria e sistema d'accumulo.
    Un sistema di accumulo va ben oltre una semplice batteria e si distingue essenzialmente per 3 caratteristiche:
    - Massima integrazione. In un sistema di accumulo tutti i componenti, batterie, inverter delle batterie, altri componenti elettrici ed elettronici, sono integrati all'interno di un unico involucro. In alcuni casi, il sistema include anche il dispositivo di  back-up, che permette di avere la corrente elettrica anche in caso di black-out. Un sistema "all-in-one" completamente integrato ha un'installazione molto più semplice e rapida ed un design decisamente più gradevole e meno "impattante".
    - Intelligenza. I sistemi di accumulo più avanzati possono essere definiti "intelligenti", perché dotati di un software di controllo che ottimizza carica/scarica delle batterie, permette un monitoraggio costante del funzionamento di tutto l'impianto, nonché l'aggiornamento e l'eventuale manutenzione da remoto. Tutto ciò garantisce sempre le massime prestazioni.
    - Interfaccia con altre tecnologie. I migliori sistemi di accumulo si contraddistinguono per una tecnologia avanzata, già capace oggi di dialogare con altre tecnologie "del futuro", come la mobilità elettrica, la domotica, i servizi di bilanciamento alla rete. Va da sé che più la tecnologia è evoluta, maggiore è il costo da aspettarsi, ma essa rappresenta una garanzia di avere un prodotto attuale anche tra qualche anno.

Prezzi impianto fotovoltaico e sistema di accumulo

Come detto sopra, il prezzo di un impianto fotovoltaico, dipende da molte variabili.

Per darti un'idea, in linea di massima i costi per un impianto (senza accumulo) si aggirano sui 2.500€ per kWp (chilowatt di picco dell'impianto).

E come calcolare i kWp? Ecco un calcolo approssimativo che puoi fare.

Parti dai tuoi consumi elettrici annui: è un dato, espresso in kWh (chilowattora), che puoi trovare facilmente sulla tua bolletta elettrica.

Per calcolare la potenza dell'impianto fotovoltaico necessaria, dividi i consumi per l'irraggiamento locale (questo è un dato che trovi facilmente sul web).

Esempio

Consumi annui: 3.500 kWh

Irraggiamento locale: 1.300 ore equivalenti/anno.

Potenza impianto ideale: 3.500/1.300= 2,69 kWp

La potenza installata naturalmente dipende dallo spazio a disposizione e dalla potenza dei moduli che si vogliono installare. Se necessario, è meglio approssimare in eccesso.

Nel caso dell'esempio, con moduli fotovoltaici da 375W ciascuno, si consiglia di installarne 8 per una potenza totale di 3 kWp.
Questo impianto produrrà 3.900 kWh/anno (3x1.300).


Per dimensionare il sistema di accumulo, si tiene conto che circa il 60% dell'energia prodotta dall'impianto debba essere accumulato. Nel nostro caso: 0,6x3.900= 2.340 kWh.

Una batteria da 5 kWh gestisce circa 2.000-2.200 kWh/anno quindi, nel caso in oggetto, è coretto scegliere una taglia da 5kWh.

Per poterti fare un’idea dei costi che puoi aspettarti per sistemi di accumulo e sistemi di accumulo ibridi, ecco a te è una tabella riepilogativa. Si tratta di costi assolutamente indicativi, che prendono in esame i sistemi più completi e avanzati di cui abbiamo parlato.

Tipo prodotto Capacità Accumulo Prezzo Indicativo in €
Sistema di accumulo integrato 5 kWh 8.000 €
Sistema di accumulo integrato 10 kWh 12.000 €
Sistema di accumulo ibrido 5 kWh 8.800 €
Sistema di accumulo ibrido 10kWh 13.000€
Sistema di accumulo con back-up -- +1.000 €

I calcoli corretti vanno comunque confermati da tecnici specializzati, in quanto potrebbero esserci valutazioni ulteriori da fare in merito.

Un'ultima importante valutazione da fare sui costi:

Abbiamo visto i fattori che determinano il costo di un impianto fotovoltaico con accumulo, ma è importante tenere sempre bene in mente che, a fronte di una spesa iniziale, c'è un risparmio che si protrae per altri decenni. Senza parlare dell’enorme apporto che questa scelta tecnologica dà alla lotta all'inquinamento, grazie all’utilizzo di un’energia pulita e rinnovabile.

Infine, non va dimenticato che, in seguito all’emergenza Covid-19, oltre alle detrazioni fiscali classiche per il fotovoltaico con accumulo, è stato introdotto anche il SuperBonus del 110%, che, in alcuni casi, permette di avere un impianto fotovoltaico a costo zero.

Con le detrazioni fiscali e lo sconto in fattura puoi ridurre della metà o addirittura azzerare l'investimento inziale, a seconda dei lavori che intendi effettuare. Scarica la guida alle detrazioni per capire quale agevolazione è più conveniente per te.

scarica la guida gratuita

 


SCRITTO DA

Valentina De Carlo

Valentina De Carlo

Laureata in Relazioni Pubbliche, ha lavorato per oltre 15 anni nell’ambito marketing e comunicazione sia in azienda che in agenzia. La passione per le energie rinnovabili l’ha portata a rivestire il ruolo di Responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne per Conergy Italia Spa. Dopo una parentesi da imprenditrice, con SENEC è tornata con entusiasmo nel settore del fotovoltaico. E' prossima alla seconda laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche, grazie alla quale ha potuto approfondire un'altra sua passione: la psicologia.

topic-icon
FILTRA LA TUA RICERCA