SENEC.Blog La tua vita. La tua energia. Il tuo blog.

Le batterie per fotovoltaico consentono di massimizzare l'autoconsumo di energia prodotta con un impianto fotovoltaico, ottimizzando l'investimento in questa tecnologia e riducendo drasticamente le bollette elettriche. Ciò si traduce in un vantaggio duplice: in termini economici, dal momento che viene utilizzata al massimo un’energia completamente gratuita, e di sostenibilità, poiché viene sfruttata un’energia pulita che non reca danno all’ambiente.

Come scegliere le batterie per fotovoltaico

Nel mercato esistono diverse tipologie di batterie per fotovoltaico e le loro prestazioni sono altrettanto varie. Per questo è importante capire come orientarsi nella scelta in fase di acquisto. In questo articolo cercheremo di spiegare, anche ai "non addetti ai lavori", quali elementi vanno tenuti in considerazione per scegliere la batteria d'accumulo giusta.

Intelligenza

La prima cosa da sapere è che c'è una differenza fondamentale tra semplici batterie e sistema di accumulo, del quale le batterie sono solo una delle componenti: lo spieghiamo bene in questo articolo.
Sicuramente la capacità, la qualità e le prestazioni delle batterie sono elementi da tenere bene in mente, ma a fare un'ulteriore differenza è anche il software che governa il sistema stesso.
Un accumulo intelligente avanzato ha a bordo un sistema in grado di ottimizzare i cicli di carica/scarica delle batterie e di consentire il monitoraggio costante dell'intero impianto fotovoltaico, anche da remoto, assicurando quindi un funzionamento ottimale nel tempo.
Da remoto è possibile anche eseguire gli aggiornamenti del software così come anche l'assistenza tecnica.

Sistema all-in-one

I vantaggi di un sistema "tutto-in-uno" sono numerosi: 

  • Integrazione: tutti i componenti all'interno del sistema sono progettati per integrarsi perfettamente tra di loro
  • Garanzia unica: il produttore è l'unico referente per la garanzia di tutti i componenti
  • Compattezza e design: racchiudere tutti i componenti in un unico involucro consente minori ingombri e un design più elegante e un minor impatto estetico
  • Facilità di installazione: con un sistema unico è necessario un solo collegamento e quindi l'installazione è molto più semplice e veloce.

Qualità produttiva e garanzia

Per qualsiasi sistema tecnologico, elevate prestazioni e durevolezza sono elementi importanti.
L'impiego di materiali e componenti di qualità e la loro sapiente lavorazione sono requisiti imprescindibili per garantire tutto ciò. Affidati perciò ad aziende esperte, che applicano standard produttivi elevati nonché severi controlli di qualità. 

La garanzia sul prodotto è il primo indicatore della qualità di un sistema. Le migliori aziende presenti sul mercato dell'accumulo offrono garanzie di 10 anni, ma non manca chi propone un'estensione fino a 20 anni. Stiamo parlando di un bene che deve durare nel tempo, per questo la durata della garanzia è un requisito che va preso in esame.

Compatibilità con impianti esistenti

Nel caso tu sia già provvisto di un impianto fotovoltaico, verifica che le batterie siano progettate per essere installate senza problemi sul tuo impianto e integrate con il suo inverter. Un sistema di accumulo compatibile con tutti gli impianti esistenti è un vantaggio importante anche nel caso, nel tempo, si renda necessaria la sostituzione dell'inverter fotovoltaico.

Nel caso, invece, tu non abbia già un impianto fotovoltaico, prendi in considerazione l'acquisto di un sistema di accumulo ibrido, che ai vantaggi dell'"all-in-one" menzionati sopra aggiunge quello di integrare a bordo anche l'inverter fotovoltaico.

Modularità

Il fabbisogno elettrico in una famiglia può cambiare nel tempo e questo vale soprattutto di questi tempi, in cui si sta assistendo ad una forte transizione verso l'elettrico (basti pensare ai piani cottura ad induzione o al riscaldamento tramite pompa di calore o ai veicoli elettrici). Per questo può essere saggio scegliere un sistema di accumulo che consente un'espansione di capacità, grazie alla possibilità di inserire una batteria aggiuntiva all'interno dello stesso case oppure di collegare più di un sistema in cascata.

Funzionalità aggiuntive

Un sistema di accumulo può svolgere anche altre funzioni oltre allo stoccaggio dell'energia: ad esempio, i sistemi più avanzati consentono l'aggiunta del cosiddetto "back-up": è quel dispositivo che, in caso di black-out elettrico, permette di continuare ad alimentare alcuni dispositivi elettrici collegati. Senza questa funzione, in caso di interruzione della fornitura elettrica, sia l’impianto fotovoltaico che il sistema di accumulo smetteranno infatti di funzionare. I migliori sistemi di back-up, invece, non solo permettono di ricavare l’energia dal sistema di accumulo ma anche direttamente dai moduli fotovoltaici: insomma, non mancherà mai la luce a casa tua!

Innovazione

Nella fase di acquisto di un sistema di accumulo faresti bene a domandarti: il sistema è già pronto per il futuro? Stiamo infatti parlando di un prodotto che avrai in casa per i prossimi 20/30 anni e quindi è cosa saggia assicurarsi che il sistema sia già progettato per adattarsi alle future evoluzioni del settore.

Il mercato energetico del futuro, ad esempio, non potrà prescindere dai cosiddetti "servizi di bilanciamento alla rete elettrica", vale a dire quei servizi che permettono di equilibrare gli scompensi di tensione che la rete elettrica registra a causa dell'imprevedibilità delle fonti energetiche rinnovabili e quindi della non perfetta coincidenza tra domanda e offerta di energia (trovi spiegazioni più dettagliate qui).
Lo stesso vale per altri sviluppi del settore, come ad esempio la mobilità elettrica (ne parliamo meglio nel prossimo paragrafo) o la domotica: avere un sistema in grado di dialogare con queste tecnologie, e quindi "a prova di futuro", è un fattore importante da considerare.

Integrazione con altre tecnologie

Dal momento che il mercato si sta muovendo sempre più verso la mobilità elettrica, è opportuno sincerarsi che l'accumulo sia compatibile anche con le colonnine di ricarica delle auto. Presto la maggior parte delle famiglie italiane sarà provvista non solo di un’auto elettrica. Perché dunque non dotarsi anche di una stazione domestica per ricaricare l'auto in tutta comodità a casa? E perché non sfruttare l'energia prodotta con l'impianto fotovoltaico anche per ricaricare l'auto e quindi fare il pieno gratis? Collegare la stazione di ricarica ad un sistema di accumulo appositamente predisposto ti consentirà di fare tutto ciò  Per saperne di più sulla ricarica elettrica, leggi questi articoli:

 

Ora che hai capito quali elementi devi tenere in considerazione nella scelta del tuo sistema di accumulo fotovoltaico, vogliamo fornirti alcune indicazioni utili circa il miglior dimensionamento del sistema ed il prezzo che puoi aspettarti.

Quale capacità scegliere

Le batterie di accumulo vanno dimensionate a seconda della produzione del tuo impianto fotovoltaico e del tuo fabbisogno. È un'operazione che deve essere svolta con attenzione in modo da definire la capacità di accumulo che corrisponde alle tue reali esigenze, altrimenti corri il rischio di acquistare una quantità eccessiva di energia dal tuo fornitore o di pagare di più un sistema che non sfrutti appieno.

È importante quindi non sottodimensionare né sovradimensionare il sistema. Ecco un link dove viene spiegato bene come calcolare il corretto dimensionamento delle batterie per l’accumulo, con una semplice formula.

Prezzi

Come abbiamo spiegato bene in questo articolo, i prezzi dei sistemi di accumulo in commercio variano a seconda di molti fattori. Per darti un'idea indicativa di quali prezzi puoi aspettarti, ecco una tabella esplicativa, che prende in considerazione i modelli più avanzati e completi. 

Tipo prodotto Capacità Accumulo Prezzo Indicativo in €
Sistema di accumulo integrato 5 kWh 8.000 €
Sistema di accumulo integrato 10 kWh 12.000 €
Sistema di accumulo ibrido 5 kWh 8.800 €
Sistema di accumulo ibrido 10kWh 13.000€
Sistema di accumulo con back-up -- +1.000 €

 

Oltre agli indiscussi vantaggi che l’accumulo comporta, risparmio economico e sostenibilità ambientale, oggi c’è anche la possibilità di accedere alle eccezionali agevolazioni fiscali previste dal Governo con il Decreto Rilancio, tra le quali il Superbonus al 110% . Fino al 31 dicembre 2021, infatti, il fotovoltaico con accumulo, se installato in concomitanza con altri interventi di efficienza energetica, può beneficiare della detrazione fiscale al 110% e dello sconto in fattura: ciò significa che potresti avere il tuo impianto solare a costo zero!

Scopri subito come fare l’investimento tecnologico migliore grazie alle detrazioni fiscali. Puoi ridurre della metà o addirittura azzerare l'investimento inziale, a seconda dei lavori che intendi effettuare. Scarica la guida alle detrazioni per capire quale agevolazione è più conveniente per te.

 

scarica la guida gratuita

 

 


SCRITTO DA

Valentina De Carlo

Valentina De Carlo

Laureata in Relazioni Pubbliche, ha lavorato per oltre 15 anni nell’ambito marketing e comunicazione sia in azienda che in agenzia. La passione per le energie rinnovabili l’ha portata a rivestire il ruolo di Responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne per Conergy Italia Spa. Dopo una parentesi da imprenditrice, con SENEC è tornata con entusiasmo nel settore del fotovoltaico. E' prossima alla seconda laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche, grazie alla quale ha potuto approfondire un'altra sua passione: la psicologia.

topic-icon
FILTRA LA TUA RICERCA