SENEC.Blog La tua vita. La tua energia. Il tuo blog.

Le batterie per fotovoltaici sono la tecnologia attraverso cui è possibile sfruttare al massimo la produzione di energia elettrica da impianti solari: con le batterie infatti si aumenta la quota di autoconsumo dell'energia fino all'80%.

I vantaggi delle batterie per impianti fotovoltaici sono rappresentati principalmente da un notevole risparmio economico nel tempo - grazie al drastico taglio delle bollette (si arriva anche all’azzeramento totale) - e dall'altrettanto notevole riduzione dell’impatto ambientale. In questo articolo approfondiremo aspetti legati al funzionamento delle batterie per fotovoltaici, alla loro durata nel tempo e ai loro costi.

Oggi si parla molto di batterie d’accumulo ed il mercato è sempre più competitivo, al punto che non è sempre facile orientarsi nell’acquisto. Per questo, in questo articolo, vogliamo fornire alcune spiegazioni sul funzionamento di questi sistemi e alcuni suggerimenti sui fattori da valutare per la scelta, come la qualità (caratteristiche tecniche, materiali impiegati, elettronica e funzionalità smart), la durata (e la garanzia) e i costi (con relative agevolazioni fiscali).

Se vuoi ulteriori dettagli in merito all’acquisto, qui trovi un ulteriore approfondimento.

Funzionamento batteria per fotovoltaico

L’energia che viene prodotta da un impianto fotovoltaico ha due possibilità di impiego: essere utilizzata immediatamente in casa oppure venire ceduta alla rete elettrica. L'utilizzo immediato non è sempre possibile, pertanto, dell'energia prodotta dall'impianto, in media si riesce ad auto-consumare solamente il 30%. Ciò comporta l'immissione in rete dell'energia restante ed il conseguente suo prelievo, con relativo esborso economico, al momento del bisogno. In questo modo, quindi, l'investimento nell'impianto fotovoltaico non è sfruttato al massimo!

L’aggiunta di una batteria solare d’accumulo permette di aumentare l’autoconsumo energetico fino all’80%. In che modo? Immagazzinando l’energia prodotta e non consumata direttamente, per poi utilizzarla a piacimento quando ce n'è bisogno. E se anche le batterie dovessero caricarsi del tutto, il surplus di energia può comunque essere immesso in rete continuando a sfruttare il meccanismo dello scambio sul posto.

E se va via la corrente? I sistemi di accumulo più avanzati possono essere equipaggiati con un sistema di alimentazione di emergenza,  in grado di fornire energia elettrica anche in caso di black-out.

Durata batterie solari

Il fotovoltaico con accumulo è un sistema che deve durare nel tempo, per questo è importante interrogarsi sulla durata e le condizioni di garanzia. I migliori sistemi di accumulo in commercio offrono garanzie di 10 anni, in un caso anche estendibili fino a 20, e sono progettati per supportare 10 o 12.000 cicli di carica completi, che equivale ad una vita operativa di oltre 20 anni. Un occhio di riguardo va anche mantenuto sulla capacità residua minima delle batterie, ovvero la capacità di accumulo minima garantita al termine della garanzia. Questo valore, espresso il %, è bene che non scenda al di sotto del 75%.

È una scelta oculata anche optare per sistemi di accumulo che consentono di sostituire agevolmente le sole batterie, nel caso si volesse sostituirle con altre più performanti a fine vita. In questo modo, non sarà necessario buttare via l'intero sistema, ma si può prolungarne il funzionamento a livelli ottimali.

Costo batterie solari

Il costo delle batterie per fotovoltaico dipende da diversi elementi:

  • Qualità
    Determinare la qualità di un sistema di accumulo non è semplice perché sono molte le variabili che la influenzano. Gli standard produttivi applicati, le certificazioni, i premi di mercato conseguiti, i materiali impiegati, il design del sistema, il software e l'elettronica di controllo, le funzionalità aggiuntive (ad esempio il monitoraggio), le garanzie sono tutti elementi da considerare: se da un lato fanno aumentare il costo complessivo della batteria, dall’altro le garantiscono una vita duratura ed un funzionamento più efficiente e completo. Ecco un approfondimento sulle caratteristiche
  • Caratteristiche tecniche e installative
    Tra le caratteristiche tecniche di una batteria di accumulo, la capacità è un dato rilevante, perché è la quantità di energia che essa è in grado di accumulare. Attenzione però, da verificare è la capacità netta (o utilizzabile) della batteria. Se questa non è riportata nella scheda tecnica, per conoscerla basta moltiplicare la capacità lorda (o nominale) per il DoD (Depth of Discharge - Profondità di scarica) e dividere per 100.  Come detto sopra, da verificare è anche la capacità residua minima al termine del periodo di garanzia. Qui c’è un approfondimento sulle caratteristiche delle batterie.

    Un altro aspetto da valutare sono le caratteristiche installative. La batteria è modulare e consente cioè di aumentare la capacità di accumulo in un secondo momento se necessario? Potrebbe essere un plus importante.
    Il montaggio avviene tramite fissaggio a muro o appoggio a basamento? Nel primo caso bisogna mettere in conto un maggiore disagio durante l'installazione e la maggiore difficoltà ad eseguire interventi di ispezione e/o manutenzione in caso di necessità.
  • Avanguardia
    È importantissimo anche tenere conto dell'"avanguardia" del sistema, ovverosia se sia progettato per integrarsi con le future evoluzioni tecnologiche del sistema energetico, come la domotica, la mobilità elettrica, i servizi di bilanciamento della rete elettrica.
    Quali altre funzionalità inoltre può offrire il sistema? In un mondo in cui i consumi di energia elettrica sono sempre più elevati ed intensi, è cosa saggia assicurarsi se all'accumulo possa essere aggiunto un sistema di back-up, capace di fornire energia anche in caso di black-out elettrico.

Se, da un lato, il costo di un sistema di accumulo può sembrarti elevato, dall'altro devi sapere che essi usufruiscono di diverse agevolazioni fiscali. in particolare, fino a fine 2021, il fotovoltaico con accumulo, se eseguito in concomitanza con altri interventi di efficienza energetica, può beneficiare della detrazione fiscale al 110% e dello sconto in fattura: ciò significa che potresti avere il tuo impianto solare a costo zero! 

Scopri questa e le altre  agevolazioni fiscali nella nostra guida gratuita: clicca qui sotto per ricevere la copia direttamente sul tuo indirizzo e-mail.

scarica la guida gratuita


SCRITTO DA

Valentina De Carlo

Valentina De Carlo

Laureata in Relazioni Pubbliche, ha lavorato per oltre 15 anni nell’ambito marketing e comunicazione sia in azienda che in agenzia. La passione per le energie rinnovabili l’ha portata a rivestire il ruolo di Responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne per Conergy Italia Spa. Dopo una parentesi da imprenditrice, con SENEC è tornata con entusiasmo nel settore del fotovoltaico. E' prossima alla seconda laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche, grazie alla quale ha potuto approfondire un'altra sua passione: la psicologia.

topic-icon
FILTRA LA TUA RICERCA