SENEC.Blog La tua vita. La tua energia. Il tuo blog.

C’è così tanta differenza tra un impianto con accumulo fotovoltaico e uno senza?
Quali vantaggi fornisce un sistema di accumulo fotovoltaico?
Conviene davvero a tutti?

Questi sono alcuni dei quesiti che regolarmente un utente che si avvicina al mondo del fotovoltaico, e in particolar modo a quello dell’accumulo fotovoltaico, si pone. Vediamo di affrontare questi temi in modo chiaro.

Alla prima domanda: "c'è tanta differenza tra un impianto fotovoltaico con accumulo e uno senza?", la risposta è "sì".

Basti pensare che un impianto con accumulo fotovoltaico correttamente dimensionato per la tua abitazione e i tuoi bisogni può farti risparmiare fino all’80% di quello che spendi attualmente per l’energia elettrica. E che l'accumulo rappresenta il "cuore" di quella che sarà la casa del futuro, nonché del sistema elettrico che si andrà a definire nei prossimi anni e che vedrà l'ulteriore aumento della quota di energia rinnovabile, la decentralizzazione della produzione energetica (generazione distribuita), l'utilizzo delle reti intelligenti (smart grid), l'elettrificazione della mobilità e dei veicoli.

La risposta giusta al terzo quesito  è “dipende”: dai tuoi consumi, dalle tue esigenze, dal tuo impianto se già ne hai uno, dal tuo budget. Generalmente possiamo dire che questo sistema conviene, e con ottimi risultati, se sei in grado di sfruttarne al massimo tutte le potenzialità.

 

I principali vantaggi di un sistema di accumulo fotovoltaico

Se hai consumi energetici sostenuti, soprattutto nelle ore serali e nei weekend, allora un impianto con accumulo fotovoltaico è quello che ti serve! Non solo hai un notevole risparmio sul costo della bolletta, ma ti permette di raggiungere un livello di quasi totale indipendenza energetica.

Il tutto, riducendo gli sprechi! Se dotato di un sistema di monitoraggio integrato, il sistema d'accumulo consente di controllare in modo semplice e costante - anche da remoto - il suo funzionamento dell'intero impianto, rilevando e ripristinando tempestivamente eventuali anomalie.

A questo vanno aggiunti i benefici in termini ambientali - un sistema di accumulo aumenta l'autoconsumo dell'energia rinnovabile prodotta e consente di incrementare la quota di rinnovabili sulla generazione elettrica senza creare eccessivi scompensi alla rete - ed altri vantaggi, come l'aumento del valore della casa o il suo equipaggiamento con un dispositivo in grado di integrarsi con le future evoluzioni del mercato elettrico.

Accumulo fotovoltaico: conviene? 

Per rispondere a questa domanda, bisogna innanzitutto pensare al debito energetico che ciascuno di noi, a meno di vivere da eremita in cima ad una montagna, necessariamente accumulerà nei prossimi 20/25 anni. Tutti noi, infatti facciamo un uso consistente di apparecchi elettrici in casa e tali consumi elettrici sono destinati ad aumentare ulteriormente negli anni a venire. Siamo talmente abituati a pagare le bollette un tot al bimestre che spesso trascuriamo il valore complessivo che questo costo ha nel tempo e quanto incide sul nostro bilancio familiare. 

Contemporaneamente, i prezzi dell'elettricità sono in costante aumento: in base ad uno studio dell'associazione di consumatori Codacons, dal 2008 al 2018 essi sono incrementati del 15%. Tale percentuale diventa quasi 4 volte più alta se si considera il periodo dal 2004 al 2014 (57%). Il trend di crescita è inesorabile e dipende anche da fattori geopolitici fuori dal nostro controllo.

Tutto questo si traduce in bollette sempre più care: per una famiglia media italiana ciò significa un debito energetico di oltre 30.000€ in 25 anni! Acquistando un sistema di accumulo fotovoltaico questo debito può essere ridotto drasticamente ed il costo iniziale sostenuto non solo viene compensato, ma addirittura ampiamente superato dai risparmi nel tempo.

Si tratta ovviamente di un investimento per il tuo futuro, che mi piace paragonare all'acquisto di una casa: preferisci "sprecare" i tuoi soldi in un affitto o investirli in un mutuo? Analogamente, preferisci buttare i tuoi soldi in bollette o investirli in un impianto fotovoltaico con accumulo? 

Con l'accumulo il tuo debito energetico può essere trasformato in un capitale da investire! Si tratta di denaro che dovrai comunque spendere in bollette e che puoi decidere di utilizzare in modo più redditizio.

Considera oltretutto che hai a disposizione la detrazione fiscale del 50% dell’investimento per l’acquisto e l’installazione del tuo sistema di accumulo fotovoltaico: ti vedrai rimborsato il 50% dell'investimento in 10 anni tramite detrazione sull'Irpef facendo la dichiarazione dei redditi.

Questo significa che, se decidi di trasformare in un investimento i soldi che dovrai versare in bollette, lo Stato italiano, a tutti gli effetti, ti remunera!

Ci sono altri buoni motivi per avere l'accumulo: eccoli qui.

Un esempio di calcolo per un sistema di accumulo fotovoltaico

Per darti la "prova del nove" di quanto sopra illustrato, non c'è modo migliore che fare un esempio di calcolo.

Ogni caso va naturalmente considerato a sé, ma questa simulazione può ben rappresentare la situazione di una famiglia italiana.

Famiglia Rossi

Situazione di partenza

  • Località: centro italia
  • Consumo energetico annuo: 3.800 kWh
  • Bolletta annuale: 950€ (0,25€/kWh).
  • Debito energetico in 25 anni: 30.450€ (tasso incremento annuale: 1%)

Con impianto FV con accumulo

  • Potenza impianto FV: 5 kWp
  • Produzione annua impianto FV: 6.000 kWh
  • Capacità sistema di accumulo: 5 kWh
  • Costo impianto FV con accumulo: 19.000€
  • Costo impianto FV con accumulo con finanziamento 10 anni: 24.700€
  • Costo impianto con detrazione fiscale (-50%): 12.350€
  • Bolletta annuale residua:  89€ (con autoconsumo 57%)
  • Costi in 25 anni: 15.200€.
  • Risparmio medio annuo: circa 500€.
  • Risparmio sui 25 anni di 15.250€. 

In una famiglia con consumi superiori (5.500 kWh/anno), l'installazione di un impianto FV da 7 kWp e di un sistema di accumulo da 7,5 kWh, conduce queste stime a valori ancor più considerevoli: a fronte di un debito energetico di 44.250€ in 25 anni, il risparmio medio annuo si attesta sui 940€ e quello complessivo raggiunge i 24.000€.

E tu? Cosa faresti con mille euro in più all'anno di liquidità sul conto corrente? 

Inizia a capire se le batterie d'accumulo fanno per te: configura in un minuto il tuo sistema e scopri il prezzo.

 Scopri il prezzo del sistema di accumulo


SCRITTO DA

Valentina De Carlo

Valentina De Carlo

Laureata in Relazioni Pubbliche, ha lavorato per oltre 15 anni nell’ambito marketing e comunicazione sia in azienda che in agenzia. La passione per le energie rinnovabili l’ha portata a rivestire il ruolo di Responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne per Conergy Italia Spa. Dopo una parentesi da imprenditrice, con SENEC è tornata con entusiasmo nel settore del fotovoltaico. E' prossima alla seconda laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche, grazie alla quale ha potuto approfondire un'altra sua passione: la psicologia.

topic-icon
FILTRA LA TUA RICERCA